.
Annunci online

giorgiodasebenico
pensieri delle origini


Diario


30 maggio 2007

LA QUESTIONE SETTENTRIONALE

Quando ero giovane, il problema di tutti, (punto cardine di tutte le relazione di qualsivoglia segretario di sezione, ma anche di qualsiasi ministro o segretario di partito), era la questione meridionale. Intellettuali, scrittori, politici, artisti. Tutti proni sulla questione meridionale.
Poi, mi sono distratto un attimo e la questione è diventata settentrionale. Quella meridionale non c'è più. Dissolta. Risolta: Cammarata a Palermo, Cuffaro in Sicilia, quel decerebrato di Scopelliti alla guida di quella collettività di decerebrati che è Reggio Calabria, la Jervolino a Napoli e Bassolindo in Campania, hanno risolto definitivamente la questione meridionale.
I giovani danno per scontata la prostituzione propria per il lavoro, i sudditi sono assuefatti alle mafie, alla munnezza, alla viabilità insostenibile. E continuano imperterriti a dare il loro consenso.
Il vero problema è al nord: la super tassazione dei gipponi e dei suv, la tassa sul terzo panfilo, sulla quinta villa, l'odioso obbligo di registrare e ufficializzare gli schiavi negri. L'indignazione massima per il rinvio del cuneo fiscale, l'insopportabile riconsiderazione dei valori catastali delle mansardine del centro storico dove si ricevono, praticamente a gratis, le proprie troie suvmunite.
Questo. Questo è il vero problema. Ormai l'ha capito anche quella mezza sega nevrotica di Fassino.
E voi non avete capito un cazzo se state ancora a tentennare, se ancora non avete aderito al PDN!



(OT. La democratica Emilia.)
Mia figlia major ha 22 anni. Ha un fidanzato di 22 anni. Mia figlia studia legge, il fidanzato studia medicina. Sono entrambe al terzo anno. Mia figlia ha deciso che vuole trovare un lavoro part-time per contribuire allo scarno stipendio del padre. Il fidanzato fa la stessa pensata. Preparano il curriculum insieme. Li aiuto. Vanno in tutti i grandi Centri Commerciali Coop Emilia. Lo presentano in tutti i negozi ed i bar e le pizzetterie di quell'Agora straordinaria. Dodici curriculum a testa. Mia figlia viene chiamata sette volte, è stata assunta in tre giorni ed ha rifiutato altre quattro offerte. Dorian zero. Dorian è il ragazzo della figlia. E' albanese. Questa è la vera questione settentrionale!




permalink | inviato da il 30/5/2007 alle 23:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (38) | Versione per la stampa


29 maggio 2007

QUARTA TAPPA: Porta Nolana, via Marittima, Piazza Municipio.



Che sa il cuore del cuore? E la mano della mano? Io correvo veloce e le case cadevano, le dimore dei mondi che conoscemmo, del mondo che conobbi. Gli Dei m'hanno cresciuto lievi e sognavo imperterrito: Ich Steppenwolf, trabe und trabe.
Di quei costumi rifacemmo un orto, un giardino concluso. Lì parlammo di cose e di persone, di parametri e ascolti rinnovati. C'era ancora la guerra, profumi di danze argentine. Gli uomini rincorrevano una frase, le donne la consuetudine. Il vino freddo nella giara opaca, il Napoli che vince alla radio. Mio padre aveva il primo guzzi del quartiere. Il primo dente d'oro. Il primo cesso in casa. Questo quartiere era una doglianza a futura memoria. Come te lo racconto. Non oltre.

Al quarto punto ci sono le periferie. La priorità delle periferie. La ricchezza delle periferie. Da fuori a dentro. Si radono al suolo tutti i palazzi costruiti dopo il sisma. La gente torna nelle tende, ad una vita nomade. Tribù autosufficienti ed autodeterminate. Altro che circoscrizioni. 'O munn' se mov'! L'ultimo dei sottoproletari napoletani ha più cose da dire di Clemente Mastella. 'O munn' se mov'! Prossimamente un rave di bloggers napoletani e/o oriundi e/o simpatizzanti. Una data di giugno. Altro che girotondi. 'O munn' se mov'!


___________________________________________________
                      LA VOCE DEL PDN

                      Comunicato Stampa
Il risveglio dell’etnia
Durissimo questa tappa, e contrariamente
a quanto si ritiene giusto, io non farò
nulla per addolcire la pillola per voi
della stampa, questa volta la dovrete
digerire cosi servita cruda, cucinata
nelle periferie con le fiamme più recenti, si inutile dirvi dove e come,
gia lo sapete dove sono i fuochi, ve lo
potrà raccontare l’etnico infuriato molto meglio
di quanto possa fare il solito sorridente di turno, e quel grido ripetuto
'O munn se mov' ! sara la colonna sonora
della tappa, il PDN, parla di autosufficenza e autodeterminazione,
da raggiungere se necessario anche
attraverso il nomadismo che sottintende il risveglio dell’etnia,
la tribù che si muove compatta ‘O munn se mov’ !
una mossa estrema
non priva della necessaria ironia, ci
allontaniamo dalla monnezza, dal fetore,
monnezza umana e politica e reale.
'O munn se mov'!

Il PPPRRR del PDN


'O cunto 'e Masaniello
(OVVERO: 'A TRAMMER' S' MOV') 

LA LEADER DELLE RAGAZZE PON-PON
(nonché aiuto PPPRRR)
E se dal mare veniamo e passiamo, per giungere ai palazzi del potere, nessuno meglio di lui può indicarci la via.
'O munn' se mov'!
Da Galileo a Masaniello, dalle periferie a noi del PDN.



'O CHEFF

Menù


“O’ munn s’ mov’!”


 



IL RESPONSABILE DELLO STAFF
(La segretaria delle segretarie)

"Il Capo è di nuovo con noi. Si riparte, allora."




(continua...)







permalink | inviato da il 29/5/2007 alle 0:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


28 maggio 2007

LOL

Poche cose mi hanno fatto ridere fino alle lacrime (dal punto di vista della comicità dinamica: film, commedie, sketch, etc.). Molto di più mi divertono le frasi, le situazioni dei "comedians" d'oltreoceano, dei grandi sceneggiatori di Hollywood. Ma volendo restare sull'autarchico, quando proprio non ne posso più, mi guardo e mi riguardo due commedie dialettali: 'O Scarfaliett', nella splendida versione del povero Mario Scarpetta (pronipote dell'autore), in particolar modo l'ultimo atto con la scena del tribunale. Un cast assolutamente straordinario (e ai più sconosciuto): Dolores Palumbo, Giuseppe Anatrelli, Tullio del Matto, etc.



Poi, magari passerò per iconoclasta, ma io preferisco l'Eduardo comico a quello drammatico. E la cosa che mi fa ridere di più è la scena della prova teatrale in Uomo e Galantuomo. Non l'ho trovata su YouTube. Ma questa è immediatamente precedente.
Per il resto, PD compreso, c'è poco da ridere...

 


(Quando il Socio richiede, anche se in ritardo, noi rispondiamo...)




permalink | inviato da il 28/5/2007 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


27 maggio 2007

EVVABBENE...




"Alma a quien todo un dios prisiòn ha sido,
venas que humor a tanto fuego han dado,
médulas que han gloriosamente ardido:

su cuerpo dejarà no su cuidado;
seràn ceniza, mas tendrà sentido;
polvo seràn, mas polvo enamorado."

(Quevedo)




permalink | inviato da il 27/5/2007 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


20 maggio 2007

IL POETA E' UN FINGITORE...

Il cuggino mi ha mandato a dirvi che vi ringrazia, ma che per ora sta bene dove sta. Prima o poi torna però. Non gli smontate il tram!

                                                                        (Nick Falco, cuggino)









permalink | inviato da il 20/5/2007 alle 0:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile   <<  1 | 2 | 3 | 4  >>   giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Libera Repubblica Napoletana
La rubrica del managgerr
I libri del mese
I NUOVI MOSTRI

VAI A VEDERE

Alba
Aristarco
BP
Ciro
Cuncetta Mente
davide
EGINE
Emma
Espressione
EtaBeta
Gians
IL SOCIO COON
Marcoz
misswelby
Nardi
NICKFALCO
paolobiroliniblog
PaoloBiroliniHomePage
pasqualedigennaro
PDN
Piperita Patty
RAISSA
S&B
Ugolino
WalKa


di Paolo Birolini
Prezzo di vendita € 10,00
Libro RACCONTI 144 pagine
Copertina Morbida - Formato 12x18 - bianco e nero

      


Locations of visitors to this page





Non ci crederete mai...


My blog is worth $9,032.64.
How much is your blog worth?

Add to Technorati Favorites




Condividi su Facebook Profilo Facebook di Giorgio da Sebenico

CERCA